Synapse: app launcher e strumento di ricerca per Linux con ricerca semantica


synapse-1

Da qualche tempo ho ricominciato a usare regolarmente una distro Linux, pertanto ho pensato di dedicare un articolo proprio ai nostri lettori linuxiani. Indipendentemente dall’installazione prescelta, un software che non può mancare nei sistemi che uso è un app launcher, ovvero un programma per avviare rapidamente altri programmi presenti sul computer. In passato vi avevo già proposto qualcosa di simile, e oggi voglio proporvene un’alternativa forse anche migliore.

In verità il programma è molto famoso e gli habitué di Linux lo conosceranno già: si chiama Synapse e vi permette di fare molto più che avviare applicazioni. Per chi usa sistemi Mac OS potremmo paragonarlo a Spotlight, infatti esso è in grado di trovare rapidamente qualsiasi cosa sia presente sul vostro computer sfruttando un potente algoritmo di ricerca semantica. Questo vuol dire che non occorre essere precisissimi quando cercate qualcosa, poiché Synapse sarà in grado di trovare ed estrapolare automaticamente i risultati più attinenti alla vostra ricerca. Ciò è possibile in quanto il tool si appoggia a sua volta (se presente nel sistema) a un’altra famosa utility, Zeitgeist, la quale si occupa di analizzare e tracciare le attività quotidiane dell’utente sul computer (il che migliora notevolmente la qualità dei risultati del launcher).

Come già detto, il programma permette di cercare risorse di ogni tipo (documenti, immagini, video, audio, ecc), avviare al volo eventuali applicazioni trovate, eseguire istruzioni come da linea di comando e persino effettuare ricerche sul web (in questo caso i risultati verranno mostrati all’interno del browser predefinito di sistema). È possibile limitare il campo di ricerca a una tipologia particolare di risorse scorrendo le sezioni tramite “freccia destra” e “freccia sinistra” della tastiera, invece con “freccia giù” vengono mostrate le attività recenti per la sezione scelta. Oltre ad essere estremamente funzionale, il programma è anche comodo da usare in quanto può essere richiamato in ogni istante tramite scorciatoia da tastiera (nel mio caso è Super+barra spaziatrice), inoltre le sue funzioni possono essere ampliate installando uno dei tanti plugin presenti in rete in modo da renderlo ancora più “smart”.

synapse-2

Chi utilizza Ubuntu potrà scaricare Synapse dall’Ubuntu Software Center, e lo stesso potranno fare coloro che usano distro sue derivate (io, ad esempio, uso una distro Lubuntu modificata e l’ho scaricato tramite i repo predefiniti). Per aggiungere i repo necessari potete eseguire il codice seguente all’interno del terminale:

sudo add-apt-repository ppa:synapse-core/ppa
sudo apt-get update
sudo apt-get install synapse

Al seguente link potete invece scaricare il programma sotto forma di archivio. Vi consiglio caldamente di provarlo, difficilmente ve ne pentirete.

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero Interessarti
Leggi

Il Googlefonino: Nexus One pregi e difetti del nuovo rivale dell’iPhone

Il 5 gennaio è stato presentato Nexus One, il primo smartphone distribuito da Google. Costruito da HTC con sistema operativo Android, esso presenta caratteristiche tecniche di alto livello e nasce come rivale indiscusso dell’iPhone di Apple.Presente già sul mercato di Usa, Gran Bretagna, Singapore e Hong Kong è possibile acquistarlo in rete con prezzi che vanno da 529 dollari senza alcun contratto con nessun operatore o con contratto T-Mobile a 179 dollari.