Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Skype 3.0 per iOS porta le videochiamate sui dispositivi Apple

Skype 3.0 per iOS porta le videochiamate sui dispositivi Apple

Skype 3.0 per iOS

Un po’ a sorpresa, oggi è finalmente arrivata sull’Apple Store la nuova versione 3.0 di Skype per iOS. Essa porta con sé alcune novità molto interessanti, ma la più succosa di tutte è senza dubbio costituita dalla possibilità di effettuare videochiamate.

Nello specifico, il nuovo Skype 3.0 permette di videochiamare altri utenti Skype sia verso dispositivi mobili sia verso computer (Windows, Mac OS o Linux), con la possibilità di scegliere tra la visualizzazione in “Portrait” o “Landscape”. La videochiamata può essere effettuata tramite Wi-Fi oppure tramite rete 3G: nel primo caso essa sarà totalmente gratuita e la qualità dovrebbe essere maggiore; nel secondo caso, bisogna tener conto dei costi di connessione per il traffico di dati, oltre che della qualità del segnale (un’opzione internet mobile flat sarebbe l’ideale).

Sottolineamo che tale funzionalità è supportata completamente (invio e ricezione) soltanto da iPhone 4, iPhone 3GS e iPod Touch di 4ª generazione; su iPhone 3G, iPad e iPod Touch di 3ª generazione il supporto per le videochiamate si limiterà alla sola ricezione. In aggiunta, il vostro dispositivo dovrà montare almeno la versione 4.0 di iOS per poter effettuare le videochiamate, mentre vi basterà la versione 3.0 per usufruire di tutte le altre funzionalità (comunque interessanti).

Skype 3.0 è già scaricabile gratuitamente dall’App Store in diverse lingue (tra cui quella italiana). Per chiunque faccia uso abituale di questo utilissimo software sul proprio computer (o per chiunque desideri portare la videochiamata sul proprio melafonino), si tratta di un’applicazione irrinunciabile: Apple e il suo FaceTime sono avvisati.

Autore

Gerardo Considerato è uno studente presso UniSa, articolista web freelance, aspirante game dev & designer, nonché fondatore del progetto indipendente Raxys Games.