Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Sei anni di cinguettii: buon compleanno Twitter!

Sei anni di cinguettii: buon compleanno Twitter!

happy_birthday_twitter

Oggi è una data importante nel mondo del web e dei social network in particolare: il 21 Marzo di sei anni fa l’allora trentenne Jack Dorsey dava il via allo sviluppo ufficiale di Twitter. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti, e il suo percorso è costellato di alti e bassi.

Vedendo ora cosa è diventato il noto servizio di microblogging, sembra quasi paradossale che il progetto abbia avuto luce in seno al fallimento di un altro progetto, ovvero quello di podcasting che la startup Odeo stava cercando di portare al successo (e stroncato in partenza dalla concorrenza di iTunes). Dorsey propose allora un servizio decisamente lontano dalla foggia attuale, dopotutto l’epoca social era ancora agli albori: il suo nome era “twttr” e si presentava in maniera simile agli SMS ma mettendo a disposizione soltanto 140 caratteri per ogni messaggio (altri 20 erano dedicati al nome del mittente). Solo nell’Estate dello stesso anno il servizio, ormai evolutosi, veniva lanciato al pubblico e cambiava il proprio nome in “Twitter”, iniziando così il lungo cammino che lo ha portato fino ad oggi.

Attualmente, Twitter può vantare una delle utenze più vaste del web con oltre 500 milioni di iscritti, dei quali 100 milioni attivi soltanto nel mese di Gennaio 2012. Eppure, a scapito dei numeri, non è tutto oro quel che luccica: in termini di ricavi economici Twitter non è mai riuscito ad affermarsi come invece ha saputo fare Facebook, inoltre il favore del pubblico ha visto oscillazioni nel corso del tempo con periodi di piena e altri di magra. C’è da dire che c’è aria di rinnovamento in tal senso (i tweet promozionali in arrivo sulle app mobili dedicate ne sono un esempio) e attualmente sembra che la creatura di Dorsey stia attraversando una seconda giovinezza e una più larga diffusione nel “Bel Paese”, il quale finalmente inizia a “cinguettare” in maniera consistente.

Qualunque sia il futuro di Twitter, non ci resta altro che augurare #BuonCompleannoTwitter (per usare l’hashtag più popolare delle ultime ore) e approfittarne per invitarvi a seguirci proprio tramite il nostro canale dedicato.

Autore

Gerardo Considerato è uno studente presso UniSa, articolista web freelance, aspirante game dev & designer, nonché fondatore del progetto indipendente Raxys Games.