Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Scoprire chi smette di seguirci su Twitter grazie a Unfollowers.me

Scoprire chi smette di seguirci su Twitter grazie a Unfollowers.me

unfollowers-me

Chi di voi usa Twitter saprà bene cosa sono i follower. Sostanzialmente si tratta di persone che decidono di “seguire” la nostra attività sul social network, forse perché ci conosce o magari perché ha interessi comuni ai nostri. Il client web Twitter permette attualmente di monitorare le persone che voi seguite e le persone che vi seguono, ma non permette di avere alcun dato su chi invece smette di seguirvi. Sul web ci sono diversi servizi che sopperiscono a tale mancanza, e in questo articolo voglio proporvene uno ce mi ha colpito positivamente.

il servizio di cui vi parlavo risponde al nome di Unfollowers.me (che è anche l’URL di riferimento per il servizio). Per accedervi è possibile utilizzare il proprio nickname di Twitter, e successivamente autorizzare la comunicazione col nostro profilo. Grazie ad Unfollowers.me potremo consultare tutta una serie di dati che non sono disponibili sul client classico: tra questi troviamo l’elenco completo dei followers e degli unfollowers recenti, l’elenco di coloro che non hanno contraccambiato il nostro follow e un elenco con coloro che voi avete deciso di non ricambiare.

In aggiunta è possibile consultare e organizzare le proprie liste, identificare i follower meno attivi sul social network e persino effettuare comparazioni tra due utenti in termini di follower. Tra i vari strumenti presenti ho trovato molto utile il sistema di notifiche, che vi mostra eventuali nuovi follower o unfollower rapidamente senza necessità di scendere nel dettaglio, così come utile è la funzione di tweet programmato con la quale potrete programmare messaggi da inviare automaticamente in un dato momento.

Un’ultima gradita funzionalità è rappresentata dalla sezione Explore people con la quale è possibile scovare altri utenti del servizio potenzialmente affini a noi, ad esempio in base ai nostri interessi (ciò è possibile dopo l’inserimento degli stessi nel proprio profilo).

Il servizio può essere usato in maniera del tutto gratuita, ma è presente un sistema di punti accumulabili e da usare per usufruire appieno di ogni funzionalità. Ad ogni modo, per tenere traccia di chi smette di seguirvi non sarà necessario alcun punto, quindi non vi resta altro da fare se non scoprire chi vi ha “tradito”.

Autore

Gerardo Considerato è uno studente presso UniSa, articolista web freelance, aspirante game dev & designer, nonché fondatore del progetto indipendente Raxys Games.