Ricaricare iPad tramite porta USB o alimentazione esterna: quali le differenze?

iPad ricarica

iPad ricarica

L’iPad, essendo un dispositivo con una batteria molto capiente, ha delle particolari modalità di ricarica” – questa è la sintesi di quanto rilasciato in un documento di supporto diffuso da Apple nelle ultime ore. Ciò significa che non tutti i metodi per ricaricare l’iPad sono uguali e ci sono dei concetti da tener presenti.

Il tablet di Apple può essere ricaricato in due modi diversi: tramite un’alimentazione esterna, ovvero con il caricabatterie incluso nella confezione del dispositivo o tramite il collegamento ad una porta USB del PC. Tra i due metodi ci sono delle sostanziali differenze.

Ricaricando l’iPad tramite l’alimentatore di 10W integrato non ci sono problemi. Il dispositivo si ricarica velocemente e può essere usato durante l’operazione.

Delle precisazioni vanno invece fatte per la ricarica tramite l’utilizzo di porte USB. “Per la ricarica va usata una porta USB ad alta potenza” – questa una riga del documento che sottolinea l’importanza di possedere una porta USB che fornisca molta energia. Tale collegamento è presente solo nei computer di nuova generazione ed è assente nei vecchi PC e Mac. In questo caso, ovvero utilizzando una porta USB ad alta potenza, l’iPad può rimanere acceso e si ricarica più lentamente.

Discorso a parte va fatto per le tradizionali porte USB che forniscono poca energia. Con tale collegamento, l’iPad deve essere forzatamente spento e si ricarica molto lentamente.

Ecco quindi un resoconto di quanto detto:

  • Collegando l’iPad all’alimentatore fornito nella confezione non ci sono problemi.
  • Collegandolo ad una porta USB ad alta potenza potrà essere usato ma si ricaricherà lentamente.
  • Collegandolo ad una tradizionale porta USB dovrà essere spento e si ricaricherà molto lentamente.
0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero Interessarti
Leggi

La7 online in streaming in alta definizione

Dopo Rai, anche La7 decide di aprire un proprio canale su internet permettendone la visualizzazione in streaming. La tv on demand nasce in collaborazione con il gruppo Telecom Italia Media e consente di visualizzare gratuitamente contenuti in alta definizione.La7.tv è il primo canale italiano che permette di guardare la tv in streaming in HD. Basta visitare il sito, lanciare il lettore multimediale e godersi la programmazione.