Portare le app Android e iOS su Windows Phone con Project Astoria e Islandwood

Era già da un po’ che giravano voci su un possibile porting delle applicazioni Android e iOS sui dispositivi Windows Phone, tuttavia si era ipotizzato che ciò sarebbe stato possibile tramite degli emulatori, ma non sarà così. Durante la Build Developer Conference che si sta svolgendo in questi giorni, infatti, Microsoft ha finalmente annunciato i suoi piani per rendere possibile questo progetto.

L’obiettivo è quello di riutilizzare il codice scritto per i dispositivi Android e iOS e portarlo direttamente su Windows 10, cambiandone alcuni aspetti dove necessario. Sarà infatti possibile modificare ogni riferimento a cose come i Google Play Services e le app potranno essere rese compatibili anche con le Live Tiles. Per facilitare queste operazioni, sono stati annunciati due ambienti di sviluppo chiamati Project Astoria per il porting delle app Android e Project Islandwood per le app iOS.

Per chiarirci meglio il funzionamento di questi servizi, Microsoft ha da poco pubblicato un video riguardante Project Astoria, mostrandone diverse caratteristiche e funzionalità.

Le versioni definitive di questi nuovi ambienti di sviluppo dovrebbero arrivare soltanto in autunno ma è già possibile avere maggiori informazioni ed iscriversi alla versione beta dei programmi tramite i seguenti link: Project AstoriaProject Islandwood

Questa notizia ha creato grande scalpore nel mondo degli sviluppatori; nonostante il mercato app di Windows Phone potrebbe passare improvvisamente dall’essere il meno fornito, al più completo di tutti, è inevitabile il sorgere di molti dubbi. Gli sviluppatori, infatti, potrebbero essere invogliati a concentrarsi maggiormente sul lato Android e iOS per poi sfruttare solo in un secondo momento questi servizi, ma ciò causerebbe un perenne ritardo di Windows Phone rispetto alle altre piattaforme. Inoltre è necessario che gli sviluppatori collaborino al progetto e decidano di sfruttarlo, altrimenti sarà stato tutto inutile.

Per ora non ci resta che attendere e vedere come evolverà la situazione. Voi cosa ne pensate?

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero Interessarti
Leggi

Google si schiera contro il governo cinese dopo l’attacco a Gmail

Non si era mai vista una cosa del genere. Google, dopo aver visto attaccato il proprio servizio di posta elettronica, si schiera senza mezzi termini contro la potentissima Cina. A quanto pare il colosso di Mountain View non teme nessuno, nemmeno lo stato più grande del mondo.In una dichiarazione ufficiale, Google, senza peli sulla lingua, accusa il governo cinese di aver violato le infrastrutture e la proprietà intellettuale dell'azienda, con attacchi diretti a degli account Gmail.
Archos 5 Internet Tablet
Leggi

Archos 5 Tablet con Android 1.6

Iniziamo questo articolo facendo un piccolo sforzo di memoria e tornando con la mente al mese di ottobre circa quando Archos, azienda leader nel settore dei dispositivi portatili, presentò un nuovo e rivoluzionario concetto.Internet Media Tablet, concetto che poi si finalizzò con Archos 5, un dispositivo innovativo che anticipava e non di poco le tavolette attuali di Apple e HP. Le caratteristiche più interessanti di questo dispositivo ...