Opera 11 disponibile al download: estensioni e “Tab Stacking” per la nuova versione


Opera 11

Per chi di voi lo stava aspettando, il team di sviluppo norvegese Opera ha finalmente rilasciato la versione 11 dell’omonimo browser. Opera 11 risulta più leggero della versione precedente di circa il 30% e porta con sé numerose novità.

Sulla scia della concorrenza, è stata implementata la possibilità di aggiungere estensioni al browser, per le quali si può stabilire il caricamento solo in caso di necessità (potete scaricare gli addon sul sito apposito). La barra dei preferiti è cambiata e presenta ora un’indicatore per segnalarci il livello di sicurezza del sito visitato. Abbiamo poi un miglioramento per il supporto alle tecnologie HTML5, CSS e Javascript (per il quale è stato implementato un nuovo motore denominato “Carakan”). Da segnalare anche la presenza di un client email integrato completamente personalizzabile.

Altra grande novità di questa versione è costituita dal “Tap Stacking“, un nuovo sistema di gestione delle schede aperte che consente di raggrupparle in una sorta di “pile”; passando col mouse sulla pila vengono mostrate le schede in essa presenti, mentre cliccandoci espandiamo la pila orizzontalmente. Notevole risulta anche l’introduzione delle “Mouse gesture“, una serie di scorciatoie accessibili attraverso la combinazione di tasti e movimenti del mouse; esse permettono di eseguire rapidamente alcune delle operazioni che effettuiamo in genere durante la navigazione web, facilitandoci in questo modo il lavoro.

Opera 11 è già disponibile al download gratuito ed è compatibile con sistemi WindowsMac OSLinux. Grazie alle nuove funzionalità implementate, Opera migliora ulteriormente la già buona qualità del suo browser: gli avversari sono avvisati.

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero Interessarti
Leggi

Il Googlefonino: Nexus One pregi e difetti del nuovo rivale dell’iPhone

Il 5 gennaio è stato presentato Nexus One, il primo smartphone distribuito da Google. Costruito da HTC con sistema operativo Android, esso presenta caratteristiche tecniche di alto livello e nasce come rivale indiscusso dell’iPhone di Apple.Presente già sul mercato di Usa, Gran Bretagna, Singapore e Hong Kong è possibile acquistarlo in rete con prezzi che vanno da 529 dollari senza alcun contratto con nessun operatore o con contratto T-Mobile a 179 dollari.