Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Motorola Atrix 4G: un dual core Android che all’occorrenza diventa un laptop [CES 2011]

Motorola Atrix 4G: un dual core Android che all’occorrenza diventa un laptop [CES 2011]

Motorola Atrix 4G

Il CES 2011 ha finalmente preso il via e si sta rivelando scoppiettante come previsto, specie per quanto riguarda il mondo degli smartphone. Motorola non poteva certo mancare all’appello, e dopo aver rivelato al mondo il suo Xoom ha presentato il Motorola Atrix 4G, potente smartphone precedentemente noto come “Olympus”. Esso è dotato di alcune caratteristiche davvero particolari, prima fra tutte la possibilità di diventare un laptop. Ma andiamo per gradi.

Il Motorola Atrix 4G possiede un display da 4″ a 24 bit di colori, con risoluzione QHD (960×540). Sono presenti due fotocamere, una posteriore da 5 Megapixel con doppio flash LED e una anteriore VGA; sul reparto audio, invece, troviamo un doppio microfono per la soppressione dei rumori ambientali. La connettività è composta da Wi-Fi, Bluetooth e supporto alle reti HSPA+; la memoria interna si attesta a 16 GB, espandibili tuttavia fino a 48 GB. Punto di forza del terminale è sicuramente il processore dual core Nvidia Tegra, coadiuvato da 1 GB di RAM. Lo spessore ammonta a circa 11 mm, mentre il peso è pari a 136 g.

Lo smartphone possiede altre feature molto interessanti. La batteria ha la notevole capacità di 1930 mAh, inoltre il tasto di accensione sul retro funge anche da riconoscitore di impronte digitali, implementando un sistema di “login security”; da segnalare anche il supporto HMTL5. Inoltre, Motorola ha annunciato un accessorio molto particolare per questo Atrix 4G, la “Laptop Dock“: si tratta di una sorta di dock spessa 13,9 mm completa di tastiera e monitor il quale, una volta collegato il terminale alla dock, mostrerà il contenuto di quest’ultimo consentendoci di utilizzarlo come uno smartbook; la funzionalità viene attivata tramite un’applicazione da avviare direttamente sullo smartphone, denominata “Webtop”. Alla presentazione è stata mostrata anche una dock classica: di questa e della “Laptop Dock” parleremo più approfonditamente in un articolo dedicato.

Sul lato software, il terminale monta Android in versione 2.2 Froyo (successivamente aggiornabile alla 2.3 Gingerbread), l’interfaccia invece è quella proprietaria “MotoBlur”. Purtroppo non si sa ancora nulla sul prezzo e la data di lancio, sia per lo smartphone che per la dock (ma scommettiamo che essa verrà venduta separatamente). Motorola lo ha presentato come “il più potente smartphone di sempre” e ha lanciato il guanto di sfida alla concorrenza. Le potenzialità ci sono tutte: riuscirà a spuntarla?

Autore

Gerardo Considerato è uno studente presso UniSa, articolista web freelance, aspirante game dev & designer, nonché fondatore del progetto indipendente Raxys Games.
  • penso che sia l’unico che ha capito che non siamo piu nella preistoria, abbiamo tecnologie potenti e mezzi potenti, un po di buon investimento e il risultato eccolo qua, un dual core da 1GHz ciascuno! un gb di ram! risoluzione 960×540 display 4″ con 24 bit di colori trasformabile in un mini netbook! aspettiamo di vedere anche il prezzo che immagino non sara alla portata di tutti , e di trovare un buon metodo perche a quanto pare sara disponibile solo in america!!