Google I/O 2015: pubblicato il calendario degli eventi

Tra poco meno di tre settimane, più precisamente il 28 e il 29 maggio, presso il Moscone Center di San Francisco si terrà il Google I/O 2015, una delle conferenze più attese dell’anno, soprattutto dagli utenti Android.

Da qualche giorno Google ha reso noto il calendario degli eventi che si svolgeranno nel corso delle due giornate, dandoci la possibilità non solo di vedere gli orari e le sessioni, ma anche di organizzare un nostro programma personale. Potremo, infatti, aggiungere alla nostra pagina gli eventi che più ci interessano e attivando le notifiche, saremo avvertiti quando la conferenza o un evento prescelto starà per cominciare. Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito ufficiale, ma ora vediamo nel particolare cosa ci attende al Google I/O.

Cominciamo con Android M, la nuova versione del sistema operativo di cui ancora non si conosce il nome completo. Non è certo se ci sarà una presentazione ufficiale o se sarà solo menzionato come collegamento per altri argomenti, in ogni caso Google lo ha nominato chiaramente in questi giorni, dunque la sua presenza è assicurata.

Saranno svelati dei nuovi dispositivi indossabili, ma al momento non se ne conoscono i dettagli. A parlarcene sarà il team ATAP (Advanced Technology and Projects), lo stesso team che sta già lavorando a Project Ara, ovvero il progetto per poter assemblare il proprio cellulare sfruttando uno scheletro di base al quale collegare i moduli che più si preferiscono.

Si tornerà a parlare di Nearby, il servizio che permette di trovare e comunicare con i dispositivi presenti nelle vicinanze. Dopo essere stato presentato l’anno scorso, esso avrebbe dovuto essere integrato nei Google Play Services, invece è stato utilizzato solo per alcune funzioni.

Probabilmente si analizzerà anche la possibilità di gestire i dispositivi non più solo tramite touch, ma attraverso i comandi vocali, in particolare per quanto riguarda il controllo delle applicazioni.

Infine Google potrebbe annunciare un nuovo metodo di gestione della privacy, che consentirebbe agli utenti di accettare o meno alcune autorizzazioni individualmente per determinati elementi, quali ad esempio la posizione, la fotocamera o la lettura dell’elenco dei contatti. Tuttavia non ci sono certezze su quest’ultimo argomento, anche perchè risulta difficile comprendere come un’applicazione possa gestire la mancanza di determinate autorizzazioni, piuttosto che di altre.

Ovviamente questi sono solo alcuni dei tanti argomenti che saranno trattati al Google I/O 2015, ma sono già sufficienti per far crescere l’entusiasmo degli utenti. Per ora non ci resta che attendere l’inizio della conferenza, fino ad allora vi terremo informati in caso di rivelazioni degne di nota.

1 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero Interessarti
Leggi

Accordo di sicurezza tra Facebook e McAfee

Facebook, avendo raggiunto e superato la quota di 350 milioni di utenti, inizia a dare sempre maggiore importanza alla sicurezza. Questo perchè, più volte, il social network è stato accusato di diffondere codici malevoli attraverso le pubblicità o gruppi vari.E' questo il motivo per cui la società fondata da Mark Zuckerberg ha streatto un accordo con McAfee, uno delle migliori società conosciute per i software di sicurezza
Leggi

I film in 3D sulle TV di casa con la tecnologia Blu-Ray 3D

Lo scorso anno i film in 3D hanno riscosso un grande successo e molti sono stati anche campioni d'incasso. Dopo aver spopolato nei cinema, è l'ora di vederli sulle televisioni di casa.La Blu-Ray Disc Association ha stabilito le nuove specifiche per lo standard Blu-Ray 3D. Da oggi sarà possibile visualizzare i film in 3 dimensioni direttamente sul nostro televisore, a patto di possedere TV e Player compatibili con la nuova tecnologia e un paio di occhialini.