Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Google celebra la Festa del Papà con un doodle

Anche quest’anno, sia il mondo del web che il mondo reale si sono uniti per celebrare una delle festività più importanti dedicate alle famiglie: oggi 19 Marzo, infatti, in molti Paesi (tra cui il nostro) ricorre la Festa del Papà e così come i bambini faranno nei confronti dei loro padri anche Google ha voluto fare un regalo ai papà di tutto il mondo, ovviamente a modo suo.

La Festa del Papà costituisce un’occasione per festeggiare la paternità e la figura del padre. Si tratta di una festa particolarmente sentita da figli e figlie i quali ne approfittano per trascorrere una volta di più del tempo con il loro genitore, così il doodle scelto da Google per l’occasione è ispirato proprio ai “piccoli navigatori”: esso si compone di una immagine estremamente semplice in cui sono rappresentati un padre coi due figlioletti mentre giocano insieme all’aperto, durante una giornata soleggiata; la scritta “Google” rimane visibile sul fondo, ma è posta meno in risalto rispetto alla scena principale. Mantenendosi fedele allo spirito della festa, l’immagine è in realtà un disegno dai tratti tipicamente infantili, fatto con colori a pastello e con colori vivaci, dal quale traspare una sensazione di grande serenità e tranquillità.

Forse sottovalutata da alcuni, questa festività contribuisce a ricordarci ogni anno l’importanza della famiglia e del ruolo dei genitori per il suo equilibrio, inoltre (soprattutto nel caso degli adulti) è un modo per allontanarsi dal trambusto e dalle futilità quotidiane e approfittarne per fermarsi a pensare alle cose che realmente contano nella vita (ad esempio, alla fortuna che si ha nell’essere padre). Dopo questa breve riflessione, anche noi de il sito blu ne approfittiamo per fare gli auguri ai nostri rispettivi padri e più in generale ai papà che ci seguono: auguri a tutti voi!

Autore

Gerardo Considerato è uno studente presso UniSa, articolista web freelance, aspirante game dev & designer, nonché fondatore del progetto indipendente Raxys Games.