Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Fare foto sotto acqua con il cellulare utilizzando i tasti fisici o il sensore di prossimità

Fare foto sotto acqua con il cellulare utilizzando i tasti fisici o il sensore di prossimità

xperia-z-acqua

Ovviamente il titolo di questo articolo è un po’ una provocazione. Quanto scritto è infatti rivolto solo ai cellulari waterproof, capaci di andare sotto acqua senza subire alcun danneggiamento dei componenti. Parliamo di cellulari quali il Sony Xperia Z ed il nuovo Samsung Galaxy S5.

Io sono un felice possessore dell’Xperia Z e fin dai primi giorni ho sempre rimpianto la possibilità di scattare foto attraverso un tasto fisico dedicato. Questo è un limite che diventa ancora più grande quando si immerge il cellulare sott’acqua perché, in questo caso, il touch del dispositivo non è utilizzabile ed è impossibile scattare delle foto senza aver prima impostato l’autoscatto.

E’ proprio per questo che torna molto utile l’utilizzo di Aqua Camera Light. Si tratta di un’applicazione gratuita scaricabile dal Play Store che abilita il cellulare a scattare foto attraverso il sensore di prossimità o semplicemente utilizzando uno dei tasti del volume.

aqua-camera-light

Il funzionamento è davvero semplice. Prima di scattare la foto è sufficiente avviare l’applicazione. Quindi, dopo aver scelto un metodo di scatto predefinito dalle impostazioni, basta immergere il cellulare sott’acqua per iniziare a fare foto senza alcun problema. Nel caso del sensore di prossimità è sufficiente passare il dito vicino al relativo sensore per effettuare lo scatto.

Oltre alle impostazioni riguardanti il metodo di scatto,  Acqua Camera permette di scegliere la dimensione in megapixel dell’immagine, l’effetto da applicare, il tipo di camera da utilizzare (frontale o sul retro) e la possibilità di attivare o meno il flash.

Personalmente ho inserito questa applicazione nella sezione degli indispensabili. Voi, invece, cosa ne pensate?

Autore

Kamil Molendys è il fondatore de Il sito blu. È uno studente di Ingegneria Informatica presso l’Università degli Studi di Salerno.