Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Come utilizzare un proxy gratis situato in America, Inghilterra, Germania o altre località

Come utilizzare un proxy gratis situato in America, Inghilterra, Germania o altre località

proxy

Non vi spaventate, sicuramente ne avrete sentito parlare. Proxy non è né una brutta parola né la protagonista di Lost in Google, bensì un componente molto importante della rete. Per dirla in parole povere è un computer situato tra client (noi che usiamo il PC) e server (la macchina sulla quale è presente il sito che vogliamo visualizzare) che fa da tramite e può essere utilizzato per accedere a siti di un’area ben specifica o per avere un buon grado di anonimato su internet. Se siete interessati ad una descrizione più specifica vi invito a visitare la voce proxy su Wikipedia.

Pensate ad esempio di voler accedere ai contenuti di un sito che viene ospitato da un server situato a Londra. Molte volte sono presenti delle protezioni che non permettono agli utenti esteri (ovvero non di quel paese, nel nostro caso la Gran Bretagna) l’accesso a contenuti specifici. In questo modo, anche se proviamo a visualizzare un video, non potremo farlo in quanto l’accesso risulterà protetto. L’unico modo per poter accedere a tale risorsa è trovarsi in Gran Bretagna o, meglio ancora, far credere che il nostro computer si trovi in quella località.

Pensare di spostarsi in un altro paese solo per accedere ad un determinato sito è una vera e propria follia. Per questo, la soluzione più semplice è utilizzare un proxy localizzato nell’area di nostro interesse (Londra, Liverpool, Manchester, etc). Così, quando vorremo visualizzare il video dal sito di nostro interesse, la richiesta passerà per il server proxy (il computer che fa da tramite situato in una località specifica) che potrà accedere alla risorsa e, una volta scaricati i dati del sito, provvederà a ritornarli indietro permettendoci così l’accesso all’informazione di cui abbiamo bisogno (per facilitare la comprensione del concetto ho inserito un’immagine ad inizio articolo).

Ora che abbiamo capito sommariamente il funzionamento di un server proxy è giunto il momento di mettere in pratica quanto imparato, navigando in internet utilizzando un proxy straniero. Per far ciò necessitiamo di una lista di proxy a cui poter accedere gratuitamente. Quello di cui abbiamo bisogno è un indirizzo IP ed un numero di porta a cui collegarci.

Fortunatamente ci sono molti siti che forniscono una lista di server proxy gratuiti pronti ad essere utilizzati. In questo articolo ne cito solo alcuni e vi invito a segnalarne altri nei commenti.

Aperto uno dei link, scegliete il server di vostro interesse segnandovi attentamente l’indirizzo IP ed il numero di porta. Quindi utilizzate queste informazioni ed impostate il proxy sul vostro computer. Il procedimento è semplice ma, se non l’avete mai fatto prima d’ora, potete seguire una delle tante guide presenti in rete.

Cambiare le impostazioni proxy su Windows

http://www.youtube.com/watch?v=FHEc1My5dms

Cambiare le impostazioni proxy su Mac

Adesso siete pronti per navigare con il proxy appena impostato!

Ricordo che questo articolo è stato scritto solo a scopo informativo. Fate attenzione a come utilizzate i proxy e soprattutto attenti ai vostri dati. Ricordatevi che il proxy è comunque un intermediario e come tale potrebbe essere configurato per rubare informazioni sensibili.

Autore

Kamil Molendys è il fondatore de Il sito blu. È uno studente di Ingegneria Informatica presso l’Università degli Studi di Salerno.