Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Arriva l’Android Market Web Store: già disponibile online

Arriva l’Android Market Web Store: già disponibile online

android market

Abbiamo già parlato delle novità relative a Honeycomb che sono state mostrate ieri durante l’evento di Mountain View. In questo articolo vi parlerò dell’altro grande protagonista dell’evento, ovvero l’Android Market Web Store, che dopo il tanto vociferare dei mesi scorsi è finalmente stato presentato ed è addirittura già operativo.

L’Android Market Web Store altro non è che la versione web dell’arcinoto Marketplace di Android. Recandosi all’indirizzo specifico troveremo tutte le applicazioni presenti sul market, pronte per essere acquistate online e poi inviate via OTA (“over the air”) ai nostri dispositivi. Il funzionamento è semplice: basta recarsi sul sito del market e cercare l’applicazione da scaricare, al che clicchiamo sul tasto “install“; a questo punto dobbiamo scegliere il cellulare su cui vogliamo installare l’applicazione tra quelli registrati e poi procedere al pagamento. Ad operazione conclusa l’applicazione verrà inviata automaticamente al nostro device, che la scaricherà e la installerà.

Le applicazioni sono organizzate per categorie e nella home vengono mostrate quelle “in primo piano”, le “top a pagamento” e le “top gratuite”. Ogni applicazione ha una propria pagina in cui troviamo una descrizione, degli screenshots e le recensioni degli utenti; volendo, è possibile persino inserire dei video per promuovere la propria applicazione, suggerire l’applicazione ai propri amici o consigliarla tramite Twitter. E cosa succede se da uno smartphone apriamo il link di un’applicazione suggerita? Niente di più facile: veniamo reindirizzati al classico Marketplace, nella pagina corrispondente all’app che ci era stata consigliata.

Il Web Store ci mette a disposizione altre due pagine, ovvero “Le mie applicazioni” e “Impostazioni“: nella prima viene mostrata la cronologia delle operazioni compiute (download e installazioni riuscite), mentre nella seconda è possibile assegnare un nick ai nostri dispositivi registrati così da renderli meglio riconoscibili. Marketplace e Web Store risulteranno sempre sincronizzati, cosicché un’applicazione già installata ci verrà segnalata come “installed”.

Con l’arrivo del Web Store arrivano novità anche sul versante prezzi e modalità di acquisto. Per quanto riguarda il primo, la novità consiste nel fatto che d’ora in poi le applicazioni potranno assumere prezzi differenti a seconda della valuta: un meritato e indubbio vantaggio per gli sviluppatori, un po’ meno per gli acquirenti. Per quanto riguarda il secondo, è stato annunciato l’arrivo del supporto ai pagamenti “in-app” per poter acquistare contenuti direttamente dalle applicazioni (come espansioni o livelli di gioco). Gli SDK relativi sono già in fase di distribuzione, ora la palla passa agli sviluppatori. Per l’argomento, la parola è passata ad un esponente di Disney Mobile che ha mostrato tre applicazioni di prossima uscita tra le quali spicca senza dubbio Tap Tap Revenge, noto gioco musicale che in questa sua nuova incarnazione avrà appunto un sistema di “in-app purchase” integrato per poter acquistare nuovi brani da suonare nel gioco.

Per dover di cronaca, segnaliamo infine la presentazione alla conferenza di una nuova applicazione gratuita di prossima uscita da parte di CNN ottimizzata per Honeycomb; essa offrirà l’inedita funzionalità “iReports” con la quale chiunque sia presente ai grandi eventi potrà condividerne foto e video facendone l’upload sul portale apposito come se fosse un reporter. Con questo articolo si chiude il focus sull’evento Google di ieri: tirando le somme, Honeycomb ha mostrato le sue qualità e si propone ancor di più come rivale agguerrito per il settore tablet; Android Market Web Store è un servizio interessante e accessibile, la “costola” che mancava al Marketplace di Android. Se entrambi faranno quello per cui sono stati concepiti, avranno sicuramente un enorme successo. E voi, cosa ne pensate?

Autore

Gerardo Considerato è uno studente presso UniSa, articolista web freelance, aspirante game dev & designer, nonché fondatore del progetto indipendente Raxys Games.