Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Abilitare la modalità foto panoramica su iPhone 4S, iPhone 4, iPad 2 e iPod Touch con iOS 5 senza jailbreak

Abilitare la modalità foto panoramica su iPhone 4S, iPhone 4, iPad 2 e iPod Touch con iOS 5 senza jailbreak

capturepanorama

Chi di voi possiede un iPhone 4S sa che, nonostante la bontà delle opzioni disponibili, la fotocamera non possiede una opzione per effettuare scatti panoramici (problema finora “risolto” attraverso applicazioni da scaricare dall’App Store). In realtà, nei giorni scorsi si è scoperto che tale funzionalità è presente nativamente in iOS 5 ma per qualche motivo risulta disabilitata. Su Cydia è prontamente apparso un tool per sbloccarla, tuttavia esso è limitato ai dispositivi con jailbreak; fortunatamente, i ragazzi di Redmond Pie hanno pubblicato una guida per abilitare la modalità foto panoramica senza necessità di jailbreak.

La procedura (non particolarmente difficile da mettere in pratica) funziona su tutti i dispositivi dotati di giroscopio (inclusi iPhone 4S e iPad 2) e richiede l’utilizzo di iBackupBot, un programma disponibile sia per Windows che per Mac. Di seguito riporto tutti i passaggi, ripresi direttamente dalla fonte:

  • Fate un backup dati del vostro dispositivo tramite iTunes (in seguito modificheremo proprio questo file).
  • Scaricate iBackupBot e installatelo.
  • Avviate iBackupBot, selezionate il backup e aprite il file com.apple.mobileslideshow.plist” con un doppio click.
  • Cercate la voce “<key>DiskSpaceWasLow</key> <false/>” e al di sotto di essa aggiungete il codice<key>EnableFirebreak</key> <true/>”, dopodiché cliccate il pulsante con l’icona di un disco per salvare le modifiche.
  • Per concludere la procedura, ripristinate il backup appena modificato tramite iTunes.

Se la procedura è andata a buon fine, tra le opzioni della fotocamera dovreste trovare anche la funzione per le foto panoramiche. Come suggerito dagli stessi ragazzi di Redmond Pie, vi ricordo che sull’App Store sono presenti diverse applicazioni di terze parti che vi consentono di sopperire a tale mancanza.

Autore

Gerardo Considerato è uno studente presso UniSa, articolista web freelance, aspirante game dev & designer, nonché fondatore del progetto indipendente Raxys Games.