Ricerca vocale per iPhone, Blackberry e Nokia con Google Mobile App

iphone, blackberry, nokia

iphone, blackberry, nokia

A facilitare ulteriormente le ricerche sui dispositivi mobile ora ci pensa Google. Grazie ad una nuova applicazione gratuita per iPhone, Blackberry e Nokia si possono eseguire ricerche rapide sul famoso motore di ricerca utilizzando semplicemente la voce e la propria posizione.

Con Google Mobile App cercare particolari query è molto semplice: basta avvicinare lo smartphone al proprio orecchio, pronunciare il testo e attendere che l’applicazione faccia il resto. In pochi istanti verrà visualizzato il risultato cercato. Inoltre, sfruttando la propria posizione, i risultati di attività commerciali o punti di interesse vengono visualizzati con molta precisione e senza dover specificare la propria località.

Abbiamo scaricato e testato l’applicazione e il riconoscimento vocale ci è parso di ottimi livelli. Google Mobile App sembra riconoscere senza problemi la pronuncia italiana e l’utilizzo risulta molto comodo ed efficace.

Ecco un video che mostra ulteriori caratteristiche dell’ottima applicazione.

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero Interessarti
Leggi

The Pirate Bay: chiude il tracker più famoso del mondo

Da ieri la notizia sta velocemente facendo il giro di tutto il mondo. The Pirate Bay, la famosissima Baia dei Pirati, ha chiuso il suo tracker torrent.Nonostante la notizia fosse già da qualche tempo nell'aria è comunque un grande trauma per gli appassionati e tutti coloro che supportavano la filosofia di vita del portale.Il sito non verrà chiuso ma subirà una completa trasformazione.
Leggi

Toyota e telecamera notturna per guidare in tutta sicurezza

Tutto nasce in ambito automotive, la nota casa automobilistica Toyota, in collaborazione con il professore Eric Warrant dell'Università di Lund in Svezia, ha deciso di sviluppare una moderna telecamera a colori che di notte consentirà di guidare con una maggiore sicurezza.Lo sviluppo di questi sistemi è avvenuto nel momento in cui la Toyota, per migliorare e rendere più sicura la guida notturna, ha deciso di indagare nel campo bio-mimetics, o come viene meglio detto bio-inspiration.