La programmazione si semplifica con Google Go

Semplice, veloce, concorrente e divertente, così i ragazzi di google hanno definito il loro linguaggio di programmazione. Google Go, dove Go sta per un gioco da tavolo orientale o al contempo un verbo in inglese, garantisce a detta degli ingegneri di Mountain View, la velocità di sviluppo un linguaggio di programmazione dinamico (come Python), con la sicurezza ed affidabilità di un linguaggio compilato come l’inossidabile C o C++.

Semplice, veloce, concorrente e divertente, così i ragazzi di google hanno definito il loro linguaggio di programmazione. Google Go, dove Go sta per un gioco da tavolo orientale o al contempo un verbo in inglese, garantisce a detta degli ingegneri di Mountain View, la velocità di sviluppo un linguaggio di programmazione dinamico (come Python), con la sicurezza ed affidabilità di un linguaggio compilato come l’inossidabile C o C++.

Chiaramente Google Go non taglia con il passato, anzi riparte da dove aveva lasciato uno dei migliori linguaggi di programmazione ormai in disuso ma ancora molto usato in ambiti elettronici e quindi embedded, quale il C. Google Go, infatti, ricorda molto da vicino i costrutti di C, offrendo un codice compilato efficiente e veloce, ma contemporaneamente adatto a girare su macchine a più core.

I campi di applicazione di questo nuovo linguaggio di programmazione sono quelli dei software di sistema inclusi web server, sistemi di storage e database anche se gli uomini di Mountain View non trascurano ulteriori ambiti di utilizzo.

Sia ben chiaro!!! Google Go al momento è un esperimento e di questo ne dobbiamo essere tutti consapevoli, dobbiamo infatti aiutare la piattaforma a migliorare ed a maturare e per questo google ha bisogno di noi utenti, così come ha fatto con la maggior parte delle sue applicazioni quali Gmail, Wave ecc.

Chiaramente il tutto è gratuito (Go è offerto sotto licenza BSD) e quindi chi avesse intenzione di cimentarsi con questo nuovo linguaggio di programmazione può farlo collegandosi al sito del progetto. Leggendo la guida apprendiamo come esistano 2 compilatori ufficiali, 6g (32-bit) e 8g (64-bit), ai quali si aggiunge Gccc-go.

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero Interessarti
Leggi

Internet Explorer: gravi falle di sicurezza secondo la BSI

Secondo la BSI (Bundesamt fuer Sicherheit in der Informationstechnik), cioè l'Autorità federale per la sicurezza nella tecnologia dell'informazione in Germania, Internet Explorer non sarebbe sicuro e dopo i recenti attacchi ai server di Google a causa di una falla presente nel famoso browser di casa Microsoft, è la stessa BSI ad invitare a non utilizzare il famosissimo browser.Le versioni esposte a rischio, sono la 6, la 7 e la 8 installate su OS Windows Xp, Vista e Seven.