Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Jailbreak dell’Iphone con Firmware 3.0

Jailbreak dell’Iphone con Firmware 3.0

iphone jailbreak

Superare qualsiasi limite imposto è l’ormai conosciutissima filosofia degli hacker. Ogni volta che Apple rilascia un nuovo firmware per i propri dispositivi, prontamente compaiono delle applicazioni che consentono l’esecuzione del Jailbreak (letteralmente evasione).

Parliamo di una particolare procedura mediante la quale è possibile installare gratuitamente dei software sull’iPhone senza doverli acquistare su AppStore.

Nemmeno i nuovi iPhone 3G S 3.0 sono stati risparmiati siccome, ad alcune settimane del loro lancio ufficiale, già circolava Purplera1n, applicazione in grado di eseguire il Jailbreak in pochissimi secondi.

Anche il firmware 3.0.1 è stato superato grazie a RedSn0w. Resta invece ancora aperto il discorso per la futura versione 3.1.

Ma come viene eseguito un Jailbreak?

Come prima operazione, l’hacker controlla di aver installato la versione 8.2 di iTunes e che l’iPhone sia fornito di firmware 3.0. Collega il proprio dispositivo al PC tramite cavo USB e copia sul desktop l’applicazione Purplera1n, precedentemente scaricata dal sito ufficiale.

Il software è semplicissimo da utilizzare e non richiede nemmeno l’installazione. L’hacker provvede a lanciarla, aspetta l’apertura della finestra e clicca sul pulsante make it ra1n.

Mediante questa operazione viene avviata la procedura di Jailbreak sull’iPhone.

Lo smartphone viene sbloccato automaticamente e non richiede nessuna operazione da parte dell’hacker.

Il dispositivo, una volta riavviato, presenterà una nuova icona denominata Springboard. Una volta avviata, l’hacker seleziona il pulsante Install Cydia.

Terminato il download, potrebbe venirgli chiesto di riavviare l’iPhone. A questo punto il gioco è fatto!

L’hacker avvia Cydia tutte le volte che desidera installare un’applicazione non autorizzata da Apple.

Il sito blu offre questo articolo solo a scopo informativo e tende a precisare che operare l’operazione di Jailbreak è considerato illegale. In più, invalida la garanzia del produttore.

Autore

Kamil Molendys è il fondatore de Il sito blu. È uno studente di Ingegneria Informatica presso l’Università degli Studi di Salerno.