iPhone 4 bianco vs iPhone 4 nero: ecco le differenze

iPhone 4 design bianco e nero

Come molti di voi sapranno già, il 28 Aprile scorso Apple ha finalmente immesso sul mercato l’iPhone 4 bianco tanto atteso dai fan di tutto il mondo. Come già evidenziato dalle testimonianze dei primi acquirenti, sembra che tra la versione nera e quella bianca del melafonino ci sia davvero qualche lieve differenza. Vediamole insieme.

Chiariamo il primo dubbio sorto sul web: lo spessore. C’è chi si è preso persino la briga di effettuare delle misurazioni con un calibro digitale, e il verdetto finale è: l’iPhone 4 bianco è realmente più spesso della controparte nera (seppur si tratti di soli 0,2 mm). Ciò potrebbe essere dovuto al filtro anti-UV e a un particolare pigmento di colore utilizzati da Apple per evitare l’ingiallimento della vernice bianca sotto l’esposizione prolungata al Sole.

Ad ogni modo, i ragazzi del blog giapponese MacOtakara hanno provveduto a smontare completamente il “nuovo” terminale, scovando altre due differenze. La prima riguarda la lente della fotocamera posteriore posizionata più internamente rispetto alla versione nera; ciò si sarebbe reso necessario per evitare che i riflessi e la rifrazione generati dalla colorazione bianca bruciassero le immagini catturate dalla fotocamera. L’altra modifica riguarda il diverso posizionamento del sensore di prossimità (più all’esterno), anche se non è ancora ben chiaro il motivo di tale “ritocco”.

In conclusione, ci tengo a sottolineare che tutte le altre features del dispositivo sono rimaste invariate, quindi non c’è alcuna differenza nelle performance tra le due versioni (della serie: “a ognuno il suo iPhone”).

0 Shares:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbero Interessarti
Leggi

La programmazione si semplifica con Google Go

Semplice, veloce, concorrente e divertente, così i ragazzi di google hanno definito il loro linguaggio di programmazione.Google Go, dove Go sta per un gioco da tavolo orientale o al contempo un verbo in inglese, garantisce a detta degli ingegneri di Mountain View, la velocità di sviluppo un linguaggio di programmazione dinamico (come Python), con la sicurezza ed affidabilità di un linguaggio compilato come l'inossidabile C o C++.