Windows Copenhagen primo sistema a 128 bit

Mentre ancora parecchi di noi si godono Windows Seven per la sua velocità e facilità d’uso, Microsoft ha già messo in cantiere quello che sarà il sostituto di Seven ossia Windows 8. Il nome in codice del concept se ci lasciate passare il termine è appunto Copenhagen. Secondo un’ indiscrezione di Robert Morgan, ricercatore Microsoft, il lancio di questo nuovo OS non avverrà prima del 2012.

Mentre ancora parecchi di noi si godono Windows Seven per la sua velocità e facilità d’uso, Microsoft ha già messo in cantiere quello che sarà il sostituto di Seven ossia Windows 8. Il nome in codice del concept se ci lasciate passare il termine è appunto Copenhagen.

Secondo un’ indiscrezione di Robert Morgan, ricercatore Microsoft, il lancio di questo nuovo OS non avverrà prima del 2012, quello che si sa invece da Anders Vindberg, che lavora nel dipartimento Microsoft Management and Services, è che si abbandonerà il kernel a 32 bit e verrà supportata un’architettura a 128bit.

Chiaramente, come da tradizione, in casa Microsoft si sta già lavorando sul fronte della retro-compatibilità, permettendo al sistema a 128bit di dialogare con quello a 64bit, verranno aggiornate e la dove necessario riscritte  le API che sottendono all’ibernazione e ripristino, verrà inoltre utilizzato un nuovo motore di compressione dei file.

Chiaramente Windows 8 supporterà in pieno il cloud computing e sarà quindi completamente connesso alla rete. Tuttavia non si sa quasi niente su come sarà strutturato il nuovissimo sistema operativo e non ci resta quindi che aspettare.

0 Shares:
1 commento
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero Interessarti
Leggi

Project Natal per Xbox 360 con 5 milioni di unità e 14 giochi

Sul famoso sito inglese MCVuk.com sono state riportate delle novità interessanti che riguardano l'atteso Project Natal per Xbox 360.Più volte ci siamo dedicati alla descrizione di questo particolare dispositivo che dovrebbe rivoluzionare il modo di intendere il gioco su console. Grazie ad una videocamera stereoscopica, l'Xbox 360 sarà in grado di riconoscere i volti e le parti del corpo, trasformando ogni player in un controller vero e proprio.