Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

iPhone 4G mette il turbo e diventa Dual Core

iPhone 4G mette il turbo e diventa Dual Core

Da quanto trapelato da alcuni funzionari di KT, fornitore esclusivo di iPhone in Corea del sud, si evince che il nuovo modello di iPhone, che sbarcherà sul mercato il prossimo Aprile, adotterà un nuovissimo processore Dual Core.

Quindi alle caratteristiche già risapute del display OLED che gli permetterà di competere con i modelli più raffinati di HTC e Motorola con display da 3.7″ e 4″, si aggiungeranno ancora le capacità grafiche nettamente superiori ai modelli già presenti sul mercato,  una fotocamera di livello superiore, il tutto senza trascurare il fatto della la batteria rimovibile.

Tuttavia i colpi di scena non finiscono qui, infatti come accennato poco sopra, gli uomini di Cupertino hanno deciso di fare le cose in grande e la loro nuova creatura disporrà di un processore dual core. Chiaramente la scelta non poteva che ricadere sul suprocessore ARM, e cioè il Cortex A9 che ridurrà il processo di fabbricazione da 65 nanometri, utilizzati nell’attuale Cortex A8 single-core dell’iPhone 3G S, a 45 nanometri.

Il processore ARM si propone quindi di superare la barriera dei 2 Ghz, il che già di per se è una rivoluzione considerando il fatto che è una frequenza doppia rispetto allo smartphone di Google. Ma i colpi di scena non finiscono qui, infatti la riduzione del processo produttivo da 65 a 45 nm pur garantendo un aumento prestazionale in termini di frequenza operativa, preserverà notevolmente la durata della batteria dell iPhone.

Il nuovo sistema (iPhone 4G?) potrebbe vedere già la luce nel prossimo Aprile, al CES infatti circolava con insistenza la voce che la nuova creatura di casa Apple fosse già in produzione, tuttavia non sostituirà alcun modello già presente sul mercato, ma ci sarà semplicemente una sostanziale rivisitazione dei prezzi al ribasso.

E’ evidente che a Cupertino iniziano in qualche modo a temere il successo del Nexus One ecco quindi spiegato l’accelerazione nello sviluppo di questo nuovissimo iPhone. Considerando ancora  il fatto che molta probabilità lo smartphone di Cupertino  integrerà un modulo Wi-Fi 802.11n, le dirette concorrenti devono iniziare a preoccuparsi.