Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Google pronto alla chiusura in Cina

Google pronto alla chiusura in Cina

Google in Cina

Erich Schmidt, direttore esecutivo di Google, dopo essersi dichiarato ottimista sulle trattative che vedono coinvolto il famoso motore di ricerca e le autorità cinesi, cambia totalmente idea dichiarando che la chiusura del dominio Google.cn è ormai sicura al 99.9%.

Secondo quanto riportato dall’autorevole fonte Financial Times, il negoziato tra Google e il governo cinese non ha avuto gli esiti sperati e Google è pronta a comportarsi di conseguenza. Il famoso motore di ricerca sta per essere chiuso agli utenti cinesi; prima di questa mossa, però, la compagnia di Mountain View si sta organizzando perchè non vi siano conseguenze che danneggino i dipendenti cinesi.

La notizia giunge in seguito ad un ultimatum lanciato da Li Yizhong a Google. Il ministro dell’ industria e della tecnologia di Pechino ha annunciato che chiunque non rispetti le leggi cinesi deve essere pronto ad accettarne le conseguenze.

Questa notizia, come intuibile, ha suscitato una forte reazione del Dipartimento di Stato americano che ha accusato la Cina di violare i diritti umani. Questo clima di tensione ha complicato ulteriormente i rapporti tra le due potenze, portando Google a chiudere il dominio Google.cn, capace di ottenere il 30% del mercato riguardante le ricerche nel paese.

Ricordiamo che la situazione è uno sviluppo di quanto accaduto negli ultimi mesi. Dopo che alcuni hacker cinesi hanno attaccato il famoso Gmail, servizio di posta elettronica offerto da Google, la famosissima azienda americana aveva minacciato di non usare i filtri obbligati dalla censura cinese e di chiudere il proprio servizio in Cina se non fosse stata garantita la sicurezza a tutti i suoi utenti.

A quanto pare non è stata solo una presa di posizione. Google intende fare sul serio, anche se questo porterà ad una grande perdita economica.

Autore

Kamil Molendys è il fondatore de Il sito blu. È uno studente di Ingegneria Informatica presso l’Università degli Studi di Salerno.