Il sito blu

Live creatively, live in blu - news, hi-tech, programmi gratis, tutorial, video, informatica e web.

Crollo delle vendite dei Videogames anche negli U.S.A.

Crollo delle vendite dei Videogames anche negli U.S.A.

Vendite videogames

In barba a coloro che dicono che questo settore è immune dalla crisi :

La dura crisi economica Americana colpisce anche il settore dei videogiochi. La società di ricerca NPD osserva dati sempre più allarmanti mese dopo mese : Ad aprile le vendite sono diminuite di ben 17% rispetto allo scorso anno.

Anche le console e gli accessori risentono della crisi, infatti le vendite sono scese dell’8% (che quantificato in bigliettoni verdi son ben 391,6 milioni di dollari) mentre il settore degli accessori ha perso il 15%.

Tuttavia l’allarme viene lanciato al settore software : Il fatturato giochi ha subito un calo del 23% (ben 510,7 milioni di dollari).

E adesso ? E adesso due considerazioni.
Penso che di una notizia del genere non ci si debba preoccupare in maniera particolare. Basti pensare che la gente arranca per arrivare a fine mese, figurarsi se si hanno tanti soldi da spendere per console e videogames.

Inoltre è facile credere che per l’utente normale medio è molto più semplice “prelevare” in maniera illegale i giochi dalla rete piuttosto che spendere centinaia e centinaia di euro per giocare al gioco del momento.

Non è un comportamento da giustificare, certo, ma è facile comprenderne i motivi alla base.

pirateria

pirateria

Soluzione a questa crisi? Non c’è.
La gente ha pochi soldi e di questi pochi soldi cerca di farne un buon uso. ( Si, scarpe ed accessori a parte. )

Se le case produttrici abbassassero ulteriormente il costo dei videogames e delle loro console, in questo modo, forse, potrebbero portare dalla loro una grossa fetta di acquirenti giovani che, senza dover spillare troppi soldi ai genitori, potrebbero riprendere ad acquistare.

Un futuro senza pirateria? Per alcuni un sogno, per la maggior parte un incubo.
Fatto sta che noi ci crediamo.

E’ il sogno delle case produttrici di videogames e anche un pò il nostro : comprare un videogame in un negozio, con tanto di box e magari supporto online, è tutta un’altra cosa.

O no?

Autore

Roberto Forte è uno studente del Liceo Scientifico Nicola Sensale di Nocera inferiore. Ha 18 anni e coltiva la passione di tutto ciò che riguarda l'informatica, la musica e il cinema. Nutre inoltre un forte interesse verso il panorama ludico essendo, da sempre, un accanito lettore di riviste specializzate e gamer online. Nel sito blu firma i suoi interventi con il nickname di " ZioRoby " essendo, attualmente, il più "anziano" tra i collaboratori.